lunedì 14 gennaio 2013

Ancora effetti della chemioterapia

Il caso, si dice a volte...
Il caso ha governato tutta la mia vita. Dagli episodi più importanti, come l'incontro con una persona fondamentale, agli episodi più comuni, come quello capitato qualche giorno fa.
La chemioterapia mi ha lasciato qualche strascico, piccoli disturbi che a distanza di quasi un anno, ancora si fanno sentire. Uno di questi riguarda le unghie. In particolare le unghie degli alluci. Che sono morte, andate a farsi benedire, per spiegarlo molto chiaramente e semplicemente! All'improvviso sono diventare tutte nere, io ho dato loro il colpo finale perché correndo mi sono causata degli ematomi... Le faccio vedere al medico di famiglia e lui sentenzia che ci metteranno 7/8 mesi per rigenerarsi. I 7/8 mesi passano, la situazione non era poi migliorata di tanto.. L'estate è alle porte (sì, ok, manca ancora qualche mese ma è prossima^^) e io non voglio assolutamente andare in giro con quelle unghie malconce. Sono decisa a tornare dal medico di famiglia per un controllo ulteriore.
E invece, casualmente..
Sul forum "Dure come muri" rispondo ad un post sugli effetti a lungo termine della chemioterapia (io parlo del mio problema alle unghie). Negli scambi di battute successivi, un'altra utente mi dice di aver risolto questo stesso problema, in circa un mese, rivolgendosi al podologo!!
Mi illumino!!! Il podologo!! Come ho fatto a non pensarci prima??
Cioè, il podologo mi poteva risolvere il fattaccio in tempi brevi e io stavo aspettando che le unghie si rigenerassero da sole?!?
Ricordo di aver visto uno studio podologico non troppo lontano da casa mia. Lo cerco su internet, telefono e il dottore mi fissa un appuntamento per il giorno successivo! Fantastico!
Ci mette 10 minuti per sistemare la situazione. Il tutto in modo indolore. Mi verrebbe voglia di piangere, perché ho aspettato mesi e mesi, sneza risultato alcuno, quando avrei potuto risolvere prima e meglio. Comunque, meglio tardi che mai...

Nessun commento:

Posta un commento