lunedì 29 aprile 2013

Non c'è due senza tre? Speriamo

Oggi, per la terza volta in pochissimo tempo, mi sono ritrovata a dover dare il numero del prof M. ad una persona che conosco. Le altre due volte la brutta bestia aveva solo creato falso allarme. E se non c'è due senza tre... spero che vada bene anche ora. Ad ogni modo, sarà un'esperienza traumatica non indifferente... Se adesso mi fermo a pensare alla ragazza a cui ho dato il numero, riesco a percepire la sua ansia, il suo terrore... All'inizio provi le sensazioni peggiori tra tutte quelle che proverai lungo tutto il cammino perché non hai idea di cosa sarà di te... Spero di ricevere al più presto sue notizie confortanti. Vorrei che nessuna donna più dovesse ritrovarsi ad affrontare ciò che ho combattuto io ma ahimé, allora forse non sarebbe più la vita...
Un abbraccio a tutte le donne che stanno iniziando questo cammino. Sarà arduo, difficoltoso, doloroso, straziante... ma come accaduto per me, può trasformarsi in grande occasione di rinascita e rivncita.

sabato 27 aprile 2013

Luoghi... ricordi



Adesso riesco a tornare in questo posto e a ricordare con un sorriso ciò che ha rappresentato per me. Averlo rivisto, non aver provato malinconia e dolore... aver solo sorriso e ricordato con gioia.. è stata la prova che ho superato e sono andata avanti. Saresti fiero di me, a modo tuo...

Ogni volta come la prima volta

Ogni volta è come se fosse la prima volta. Ogni volta è come se mi distendessi nuovamente su quel lettino, il medico spegnesse la luce, appoggiasse su di me lo strumento per eseguire l'ecografia e mi dicesse di vedere qualcosa che "proprio non gli piace e che va controllata subito".
Ieri mattina ho vissuto ancora una volta tutte queste sensazioni incrociate e sono riuscita a liberarmente solo dopo essere sbucata fuori dalla stanza della dottoressa, con il cuore più leggero, come leggero può essere un cuore in tumulto ansiogeno dopo aver ricevuto la buona notizia che stava attendendo.
L'ecografia mammaria è andata bene, niente da segnalare e linfonodi nella norma. E' stata un'anticamera a tutti gli altri controlli che effettuerò a breve ma almeno mi ha permesso di rifiatare per qualche tempo e di recuperare un briciolo di serenità. Tanto non è stata la prima e non sarà nemmeno l'ultima. Probabilmente non mi abituerò mai a tutto questo e forse, la verità, è che nemmeno voglio abituarmi. Negli ultimi tempi mi sono riabituata alla mia vecchia vita ed è solo a questa che voglio fare il callo.
Ringrazio la mia cara amica S. per essersi svegliata prestissimo e per essermi stata accanto ieri mattina. E' stata una presenza preziosa :-) Non appena terminata la visita al Complesso Columbus, siamo andate a farci un giro a San Pietro. Purtroppo il tempo non è stato clemente con noi, pioggia e vento freddo non ci hanno permesso di fare tutte le belle foto che speravamo di scattare. Comunque qualcosa siamo riuscite a ricavarla, non è stato tutto buttato via. E poi, come mi ha scritto un'altra persona carissima, dopo aver saputo che l'ecografia era andata bene: "Il sole è dentro di me".


Piazza San Pietro, Roma

Piazza San Pietro, Roma
Piazza San Pietro, Roma

Piazza della Repubblica, Roma

venerdì 26 aprile 2013

Blogger per Avon Running - Post n.12


Qualche giorno fa ho ricevuto l'email di una signora. E' capitata per caso sul mio blog, ha letto che amo la corsa e ha deciso di scrivermi. Anche lei era un sportiva (molto più di me, in realtà) e mi ha raccontato di come adesso abbia dovuto abbandonare temporaneamente le sue passioni a causa delle terapie oncologiche. Non è la prima sportiva che mi contatta da quando ho aperto il mio blog. Una delle prime email che ricevetti me la inviò proprio una ragazza che aveva dovuto interrompere il nuoto e che temeva di non riuscire più a riprendere.
Il filo comune che lega quasi tutti i messaggi che ricevo da donne che praticano sport, quindi, è la paura di non poter più praticare l'attività che amano dopo essersi sottoposte a cure chemio o radioterapiche. Il motivo per cui mi scrivono per raccontarmi ciò? Perché attraverso il mio blog, attraverso il mio racconto di avvicinamento alla corsa dopo le terapie... ritrovano la speranza e la fiducia di poter tornare presto a correre, nuotare, pedalare...
Il 19 maggio a Milano correrò l'Avon Running e taglierò il traguardo anche per tutte loro! 




lunedì 22 aprile 2013

Pensatemi questo venerdì

Venerdì 26 sarò al Policlinico Gemelli di Roma. Si comincia la roulette russa dei controlli semestrali, sperando di non beccare mai la pallottola letale.
Questo venerdì comincio con l'ecografia mammaria. Non sono riuscita a prenotarla all'IEO di Milano (dove a maggio farò tutti gli altri controlli) e allora mi toccherà recarmi nella capitale.  Inutile nascondere che un po' d'ansia c'è, sarei bugiarda ad affermare il contrario. A stemperare l'ansia che mi abbandonerà solo al termine di tutti gli esami diagnostici cui dovrò sottopormi, ci penseranno le amiche che mi accompagnano a Roma. Meno male che saranno al mio fianco! Io ho la fobia delle ecografie, forse l'unica paura che ancora conservo dentro di me.
Al termine dell'esame ci faremo un bel giro per la città, ottima idea per stemperare la mia tensione. Ho voglia di camminare e fare tante foto, nonostante sia stata di recente a Roma.
E poi ho bisogno di rilassarmi, di distendermi.. Sarà un periodo di attese e di timore, a causa degli esiti che dovranno essermi comunicati... Giugno arriva presto!!

domenica 21 aprile 2013

Il mio primo gol allo Juventus Stadium

Scusate per quest'altra divagazione calcistica...
Però dovete sapere che io ho un debole per Vucinic... E quindi sono stata particolarmente felice quando ha realizzato il rigore in Juventus-Pescara del 6 aprile scorso... Il mio primo gol allo Juventus Stadium... segnato proprio da lui! E dato che la felicità non è mai abbastanza... lui ha deciso di esultare togliendosi i pantaloncini eh eh Gran bella giornata, non c'è che dire ^^

P.S.: l'urlo finale che sentite nel video è mio :-DDDD



Come chiamate tutto questo?

- amo e sono amata sinceramente

- ho amici splendidi

- ho genitori favolosi

- ho la possibilità di seguire le mie passioni (viaggi, fotografia, corsa, lettura, scrittura...)

- faccio un lavoro che amo

- sorrido e rido per la maggior parte del tempo durante il giorno

- sono soddisfatta della mia vita

- ho grandi progetti da realizzare per il futuro

- non ho paura di nulla e accetterò tutto con grande serenità


Trovate voi una definizione a tutto questo... Io so solo che sto proprio bene!! :-)

venerdì 19 aprile 2013

Blogger per Avon Running - Post n.11

Ci siamo! Manca quasi un mese alla tappa milanese dell'Avon Running e i miei allenamenti procedono spediti. Ormai vado a correre regolarmente a giorni alternati, la maggior parte delle volte non corro da sola ma in compagnia... E mi piace rendermi conto dei piccoli ma significativi progressi che compio. Se a tutto questo aggiungo il fatto che adesso la sera giunge più tardi e che le temperature del tardo pomeriggio sono più tiepide, ottengo un bel mix di stimoli che mi spronano ad amare sempre di più la corsa.
Mi piace correre in qualsiasi momento della giornata ma ammetto di prediligere il tardo pomeriggio. Tanto meglio se scenario della corsa è il lungomare, molto meglio ancora se quasi al termine dell'allenamento il sole è ormai sul viale del tramonto... Allenarsi mentre l'acqua del mare e l'orizzonte si tingono di rosa è un'esperienza mistica. La primavera ha portato con sé tanta nuova energia vitale che sto cercando di valorizzare al massimo. Quest'anno sarà la mia stagione preferita, la stagione del risveglio, della rinascita.. Una metafora che faccio mia perché rappresenta perfettamente il momento che sto vivendo. L'Avon Running sarà il coronamento di questa rinascita.


lunedì 15 aprile 2013

Juve storia di un grande amore!!

Perdonatemi per la divagazione calcistica... Ma io vivevo solo per il giorno in cui sarei andata allo Juventus Stadium e avrei assistito al meraviglioso rito dell'inno cantato in coro da tutti i tifosi!!! Brividi brividi brividi ^^




2/04 - 9/04: una settimana da sogno

Eccomi qua! Finalmente posso scrivere qualcosa sul viaggio che ho fatto all'inizio di questo mese. Davvero, non riesco più a trovare dei minuti liberi da dedicare al mio blog!! Sarà un bene o un male? Un bene perché significa che adesso la mia vita è piena di altro (altro bello e positivo) e un bene perché il blog mi ha aiutato soprattutto quando ero psicologicamente a pezzi e avevo bisogno di lui per sfogarmi.

Il 2 aprile sono partita per la mia vacanza di una settimana al Nord. L'avevo programmata con largo anticipo (iniziai a pensarci a novembre dell'anno scorso). E' andato tutto come previsto, anzi, anche meglio. Sono stati 7 giorni da favola, soprattutto quando ho fatto tappa a Torino.
Il 2 sono arrivata a Milano, il 3 ho raggiunto Pavia in treno e ho trascorso la giornata lì, il 4 altra tappa in treno verso Mantova, il 5 di nuovo a Milano... Dal 6 al 9 a Torino. Ho riabbracciato vecchi e cari amici, ho conosciuto nuove persone favolose.
In realtà avevo programmato tappe diverse (inizialmente avevo previsto Bergamo e Mantova in aggiunta a Milano e Torino, ad un certo punto avevo pensato anche a Brescia.. Ho poi deciso Pavia e Mantova all'ultimo minuto). Ad ogni modo, ho scattato tantissime foto ^^
Ho amato particolarmente la tappa di Torino perché sognavo da tempo di andarci. Ho avuto la grande fortuna di conoscere una persona tanto cara che mi ha trovato una sistemazione a dir poco meravigliosa: un B&B nel cuore della città, in un palazzo settecentesco, e la mia stanza era praticamente un appartamento! Una mansarda incantevole a cui mi sono affezionata subito. Se mai dovessi scegliere di vivere in un posto, quel posto sarebbe la "mia mansarda"! Tornerò di sicuro lì quando andrò di nuovo a Torino (il prima possibile spero!). Altra fortuna: ho fatto il giro della città in compagnia di persone che mi hanno illustrato e raccontato tutto degli angoli più belli, è stato come fare una visita guidata ^^
E poi, ovviamente, sono stata allo Juventus Stadium per Juventus-Pescara... Già solo questo dettaglio rendeva la tappa di Torino indimenticabile!! Un'emozione unica :-)
Sono stata così bene che martedì 9 ho fatto davvero fatica ad accettare di dover ripartire e tornarmene a casa... Nonostante alloggiassi in quella mansarda da soli 3 giorni, la consideravo già come una casa per me. Lì dentro è stato piacevole anche lavorare. Eh già, perché nonostante fossi in vacanza, ho dedicato alcune ore del giorno a lavorare per forebase.com, l'ho fatto molto volentieri perché è un lavoro che amo e lo faccio con passione e dedizione.

Il prossimo viaggio che farò a maggio sarà un po' meno piacevole. Mi attendono i controlli semestrali...

Ticino, Pavia

Castello Visconteo, pavia

Mantova

Mantova
Mole Antonelliana, Torino

Piazza Castello, Torino

Veduta dalla Mole, Torino

venerdì 12 aprile 2013

Blogger per Avon Running - Post n.10



Negli ultimi 7 giorni ho fatto pausa dagli allenamenti. In compenso, però, ho camminato a piedi per molte decine di chilometri. Ho camminato lungo le strade di Milano, poi di Pavia, poi di Mantova e infine di Torino. Era un viaggio che avevo programmato da diverso tempo e sono riuscita a realizzarlo, anche meglio di come l'avevo pensato. Perché io realizzo e concretizzo sempre quello che mi impongo di fare. E' stato così anche quando ho deciso di iscrivermi e prendere parte all'Avon Running.
Nel weekend riprenderò gli allenamenti. E saranno intensivi perché ormai manca quasi un mese all'evento. Si riparte sabato e domenica, con la fedele amica Sara. La tabella di marcia sarà pressante e la seguirò con costanza e precisione. A quanto pare anche il tempo ci sarà amico, la primavera ha rubato definitivamente il posto all'inverno, il tepore scaccerà il freddo che mi fa sentire bloccata e che mi limita nei movimenti.



venerdì 5 aprile 2013

Blogger per Avon Running - Post n.9

I preparativi per l'Avon Running viaggiano spediti! Lo scorso sabato 30 marzo mi sono iscritta online per partecipare alla gara da 5 km prevista per il 19 maggio a Milano. Si è iscritta anche la mia amica Giusy, che correrà con me, e forse riesco a convincere anche un'altra amica a prendere parte all'evento. Per me la corsa di quel giorno sarà un ottimo antidoto per combattere l'ansia che proverò nei giorni successivi. Dal 20 al 22 maggio, infatti, avrò una serie di esami clinici (quelli a cui devo sottopormi tassativamente ogni 6 mesi) per controllare che la situazione sia sotto controllo. Nonostante cerchi di rimanere tranquilla il più possibile, un minimo di tensione sarà inevitabile. L'Avon Running mi aiuterà a stemperarla, sarò ben concentrata sulla corsa e non penserò ad altro.
In questi ultimi giorni più che correre ho camminato tantissimo. Mi sono regalata una settimana di
vacanza (Milano, Pavia, Mantova e Torino). Oltre alla corsa, infatti, amo fare lunghe passeggiate in
compagnia della mia fedele macchina fotografica. Camminare per molti chilometri mi aiuta a migliorare la mia resistenza, mi rilassa e mi fa apprezzare molto di più i posti che visito. Con le mie gambe posso andare ovunque, sono il "mezzo di trasporto" più bello che conosca!